I 7 romanzi del 900 italiano preferiti su ‘Mia Nonna Fuma’

Sono stato sempre critico con l’Italia, purtroppo, per vari motivi soprattutto dopo essere emigrato sbattendo la porta (ma quella è un’altra storia che non voglio condividere qui). Tuttavia amo l’Italia per tante cose, tra queste il cibo e il 900 letterario che omaggio con questo post. 

Ho difatti selezionato i 7 libri del 900 italiano preferiti sul blog ‘Mia Nonna Fuma’. Per ognuna di queste opere aggiungo il link del post dove ne ho parlato, tranne per una che, per qualche oscuro motivo di cui me ne sono accorto solo adesso, non ho ancora segnalato. Ma provvederò.

C’è tra questi romanzi qualcuno che avete amato anche voi? Vorreste segnalarne altri per voi imprescindibili?  

7

Ho segnalato il grande esordio letterario di Calvino qui

6

La mia recensione completa all’esordio letterario di Giovanni Arpino su questo link 

5

Come ho introdotto all’inizio di questo post, non ho ancora parlato del grande classico di Pirandello, che per il momento ho solo omaggiato nel mio secondo romanzo ‘Fratello Skunk

4

Ho parlato di ‘Un Amore’ di Buzzati qui. Una piccola frase che racchiude le mie sensazioni durante la lettura di questo romanzo bellissimo

3

Un breve pensiero sul romanzo di Elsa Morante si può leggere qui. In quest’altro link invece il post in cui ho parlato di tutta la prosa dell’autrice

2

Il mio pensiero sul capolavoro di Berto si può leggere qui

1

Il mio breve pensiero sul mio classico italiano preferito invece si trova qui

26 commenti

  1. I classici italiani non mi fanno impazzire, però “Il fu Mattia Pascal” l’ho trovato gradevole! “La coscienza di Zeno” lo ricordo come uno dei libri più brutti mai letti, ma è stato tanto tempo fa. Mi incuriosisce da un po’ “L’isola di Arturo”.

    Piace a 3 people

  2. Io avrei fatto altre scelte (Pavese, Fenoglio, e altro di Calvino, soprattutto “Il barone rampante”, Gadda, Pratolini; con Pirandello io ho parecchi problemi), e senz’altro mi trovo d’accordo con Aussie su Svevo: io ancora non sono riuscito a seguirlo…

    Piace a 2 people

  3. Li conosco tutti, e sono tutte opere di valore. Diversamente da altri commentatori, io adoro La coscienza di Zeno; aggiungerei inoltre, come vedo che ti è stato suggerito, Il giardino dei Finzi Contini, La vita agra di Brancati, Lalla Romano, Fenoglio, Gadda, la Ginzburg…
    Di Simona Vinci ho letto due libri che mi hanno colpito molto, trattano entrambi il tema del disturbo psichico, uno è Parla mia paura, l’altro è La prima verità, in cui descrive gli orrori di un’isoletta del Dodecaneso in cui venivano deportati i malati psichiatrici. Entrambi i libri molto belli e toccanti.

    Piace a 2 people

    • Grazie dei consigli, di Fenoglio ho letto solo un libro e ancora non ho avuto tempo di scoprire Gadda, ma li leggeó presto. Di Simona Vinci a me piace molto anche Dei bambini non si sa niente, mi ha scioccato. Secondo me lei e Walter Siti sono tra gli autori italiani contemporanei che osano di piú.

      "Mi piace"

  4. L’isola di Arturo mi scruta di sghimbescio dalla libreria di casa da anni, ma non riesco assolutamente a prenderlo in mano. Non so cosa sia, ma ho il rigetto al solo vederlo.

    Di Calvino merita tantissimo anche “Le cosmicomiche” e aggiungerei alla lista “Fontamara” di Silone.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...